Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, migliorare la navigazione, e altre funzioni (come la fornitura di annunci pubblicitari).
Utilizzando il nostro sito accetti l'utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni sui cookies consulta la nostra cookies e privacy policy.

sfondo

Eventi 01 Febbraio 2016

Mostra "U-Mani in forma"

Conclusa con successo la personale di Alessandro Minervini, la BPMed Gallery apre i ba...

La Banca Popolare del Mediterraneo riserva particolare attenzione e cura alla gestione dei reclami, sia per preservare un rapporto corretto e trasparente con i clienti, sia per risolvere in fase preliminare situazioni di potenziale insoddisfazione della Clientela.

Un effettivo e positivo dialogo tra l’Istituto ed il cliente consente il chiarimento delle rispettive posizioni favorendo il mantenimento di una proficua relazione, nell’ottica di perfezionare, nel continuo, la qualità dei servizi e dei prodotti offerti.

Nel caso in cui sorga una controversia tra il Cliente e la Banca relativa a prodotti e servizi bancari e finanziari o a servizi di investimento, il Cliente può presentare un reclamo alla Banca, anche per lettera raccomandata a/r o per via telematica, indirizzato a:

BPMed – Banca Popolare del Mediterraneo
Via Agostino Depretis 51
80133 Napoli
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Anche la Filiale dove è intrattenuto il rapporto può comunque provvedere al ritiro del reclamo, ed alla successiva trasmissione all'Ufficio Gestione reclami.

Per la formulazione dei reclami possono essere utilizzati i moduli standard disponibili presso la Filiale (cfr facsimile "modulo per reclami") o presentati in altra forma, purché contengano gli estremi del ricorrente, i motivi del reclamo, la sottoscrizione o analogo elemento che consenta l'identificazione del cliente; se presentato da un rappresentante, il reclamo è firmato anche dal cliente.

La Banca deve rispondere entro 30 giorni dal ricevimento, se il reclamo è relativo a prodotti e servizi bancari e finanziari (conti correnti, carte di credito e di pagamento, mutui, finanziamenti ...), o entro 90 giorni dal ricevimento se il reclamo è relativo a servizi di investimento

Se il Cliente non è soddisfatto o non ha ricevuto risposta entro i termini previsti, prima di ricorrere al giudice, può:
 1) in caso di controversie inerenti ad operazioni e servizi bancari e finanziari:

  • rivolgersi all'Arbitro Bancario Finanziario (ABF):
    1. se l'operazione o il comportamento contestato è successivo alla data del 1°.1.2007;
    2. nel limite di 100.000 euro se il reclamo comporta la richiesta di una somma di denaro;
    3. senza limiti di importo, in tutti gli altri casi. Per sapere come rivolgersi all'Arbitro si può consultare il sito www.arbitrobancariofinanziario.it, chiedere presso le Filiali della Banca d'Italia, oppure chiedere alla Banca. Resta ferma la possibilità per il cliente e per la Banca di ricorrere all'autorità giudiziaria ordinaria;

  • singolarmente o in forma congiunta con la Banca, anche in assenza di preventivo reclamo, attivare una procedura di conciliazione finalizzata al tentativo di trovare un accordo. Questo tentativo sarà eseguito dall'Organismo di Conciliazione Bancaria costituito dal Conciliatore BancarioFinanziario – Associazione per la soluzione delle controversie bancarie, finanziarie e societarie – ADR. Per maggiori informazioni si può consultare il sito www.conciliatorebancario.it. Resta ferma la possibilità di ricorrere all'autorità giudiziaria ordinaria nel caso in cui la conciliazione si dovesse concludere senza il raggiungimento di un accordo.

2) in caso di controversie inerenti a servizi e attività di investimento:

  • singolarmente o in forma congiunta con la Banca, anche in assenza di preventivo reclamo, attivare una procedura di conciliazione finalizzata al tentativo di trovare un accordo. Questo tentativo sarà eseguito dall'Organismo di Conciliazione Bancaria costituito dal Conciliatore BancarioFinanziario – Associazione per la soluzione delle controversie bancarie, finanziarie e societarie – ADR. Per maggiori informazioni si può consultare il sito www.conciliatorebancario.it. Resta ferma la possibilità di ricorrere all'autorità giudiziaria ordinaria nel caso in cui la conciliazione si dovesse concludere senza il raggiungimento di un accordo.
  • rivolgersi all'Ombudsman-Giurì Bancario: i) se il fatto contestato è stato posto in essere nei due anni antecedenti la presentazione del reclamo; ii) nei limiti di 100.000 euro se il reclamo comporta la richiesta di una somma di denaro; iii) senza limiti di importo in tutti gli altri casi. Per ulteriori informazioni si può consultare il sito www.conciliatorebancario.it
  • rivolgersi alla Camera di Conciliazione ed Arbitrato presso la Consob, non appena operativa, per controversie in merito all'osservanza da parte della Banca degli obblighi di informazione, correttezza e trasparenza previsti nei rapporti contrattuali con gli investitori.

 
Di seguito sono messi a disposizione del Cliente:

Files:
Guida pratica all'Arbitro Bancario Finanziario HOT

Scarica



Creato 13-01-2016

Avviso per gli utenti - Arbitro Bancario Finanziario HOT

Scarica

Attenzione variazione normativa attiva dal 01.01.2012



Creato 13-01-2016

Regolamento del Conciliatore Bancario Finanziario HOT

Scarica



Creato 13-01-2016

Regolamento dell'Ombudsman Giurì-Bancario HOT

Scarica



Creato 13-01-2016

Rendiconto sull'attività di gestione dei reclami
Non sono pervenuti reclami nel corso del 2013.

Reclami 2014 HOT

Scarica



Creato 13-01-2016

Reclami 2015 HOT

Scarica



Creato 18-03-2016

Reclami 2016

Scarica



Creato 22-06-2017



Designer Mariano Barone - Realizzazione ICTCoop & Servizi